BOJAN SUDJIC

“Suđić e un talento naturale, con uno stile eccezionale e con una delle più belle tecniche direttoriali che io abbia mai visto.”

“Considerato uno dei massimi direttori d’orchestra della musica serba”, è direttore dell’Orchestra Sinfonica e del Coro della Radio e Televisione Serba (RTS) e direttore artistico della Produzione Musicale della RTS. Attualmente è professore ordinario alla Facoltà di Musica dell’Università delle Arti di Belgrado ed è direttore dell’Orchestra Sinfonica della stessa Facoltà.

Fin dall’inizio ha svolto la sua attività artistica con un ampio e variegato repertorio che spazia dal campo corale alla musica sinfonica ed operistica. Per gli eccellenti risultati raggiunti in tutti questi ambiti, ha ricevuto i più importanti premi e riconoscimenti del suo paese, tra i quali il Primo premio al Concorso dei giovani artisti jugoslavi a Zagabria (1989), i premi alla Conferenza internazionale dei compositori, i premi annuali della Società degli artisti musicali, il premio “Zlatni beocug” della città di Belgrado, il premio annuale della rivista Musica Klasika, il premio” Vuk” e molti altri. Si esibisce frequentemente sia nel proprio paese che all’estero.

Dal 1992 è direttore stabile dell’Orchestra Sinfonica e del Coro della Radio e Televisione Serba con cui ha eseguito numerose composizioni corali, sinfoniche e sinfonico- vocali del repertorio serbo e internazionale, alcune delle quali prime esecuzioni assolute. La maggior parte di questi concerti sono stati registrati per la radio e la televisione e fanno parte della vasta discografia di Sudjiæ. A partire dal 1992 ha collaborato anche con l’Orchestra Filarmonica di Belgrado (con la quale è stato in tournée in Cina in qualità di direttore ospite), si è esibito nell’ambito del Festival BEMUS, ed ha diretto molti concerti instaurando valide collaborazioni con Nigel Kennedy e Maxim Vengerov. Nell’ambito di queste collaborazioni è stato realizzato un CD con le opere di Rachmaninov.

Dal 1993 si è dedicato anche al repertorio operistico, dirigendo l’Ensemble dell’Opera del Teatro Nazionale di Belgrado di cui è stato direttore principale durante la stagione lirica 1999-2000. Nella stagione 2004-2005 è stato Direttore musicale del Teatro dell’Opera.

Nello 1998 il maestro Suđić diventa direttore ospite della Royal Opera di Stoccolma stringendo una intensa collaborazione con questo teatro che lo impegnerà anche come direttore stabile nel 2000. Con l’Ensemble dello stesso teatro ha realizzato più di 150 titoli nella stagione lirica e di balletto. Il culmine di questa fruttuosa collaborazione, che ha compreso anche la realizzazione di dieci prime esecuzioni assolute, è stata l’esibizione al Festival di Visbaden 2003 con il Lago dei cignidi Čajkovskij. Un’altra proficua collaborazione è stata quella con l’Ensemble dell’Opera Nazionale di Helsinki.