BRUNO DE SIMONE

Riconosciuto come un punto di riferimento nel repertorio belcantistico, Bruno de Simone è uno dei cantanti-attori più apprezzati del mondo operistico internazionale.

Nato a Napoli, contemporaneamente agli studi classici e universitari si dedica alla musica e al canto sotto la guida di Sesto Bruscantini. Ben presto comincia a spiccare come interprete ideale del dramma giocoso sette-ottocentesco e dell’opera buffa, in particolare nel repertorio rossiniano, con 17 ruoli al suo attivo e donizettiano, consolidandosi attualmente come un cantante imprescindibile in questo ambito. Per questo ha partecipato a molte tra le più importanti produzioni di opera buffa che sono state allestite negli ultimi anni, composte da Galuppi, Pergolesi, Paisiello, Tritto e Cimarosa (di cui è l’interprete vivente più prolifico con ben nove ruoli al suo attivo!), ed è sicuramente uno dei cantanti più stimati in questo specifico repertorio.

È ospite dei più prestigiosi Teatri in Italia: La Scala, Arena di Verona, Maggio Musicale Fiorentino, San Carlo di Napoli, Opera di Roma, La Fenice di Venezia, Comunale di Bologna, Regio di Parma, Regio di Torino, Carlo Felice di Genova, oltre alla Accademia di S. Cecilia di Roma e al ROF di Pesaro. In campo internazionale si è esibito numerose volte nelle più importanti stagioni operistiche: Barcelona (Liceu), Parigi (Opéra), Berlino (Staatsoper e Deutsche Oper), Wien (Staatsoper), Zürich, Münich, San Francisco, Washington, Amsterdam, Tokyo, Madrid (Teatro Real), Sevilla, A Coruña, Liège, Génève e molti altri. Ha collaborato con i più grandi Direttori d’orchestra tra i quali Abbado,  Campanella, Chailly, Gatti, Lopez Cobos, Metha, Muti, Oren.

Per le sue magistrali interpretazioni nel repertorio Rossiniano, ha ricevuto il Rossini d’Oro nel 2007.

A riprova della sua peculiare versatilità vocale ed interpretativa, inoltre, è stato applaudito più volte anche in Puccini (Gianni Schicchi, Lescaut in Manon Lescaut, Marcello e Schaunard), Mascagni (Kyoto nell’Iris) e Cilea (Michonnet in Adriana Lecouvreur).

Nel corso della stagione 2018/18 è stato Beaupertuis ne Il cappello di paglia di Firenze di N. Rota con grande riscontro di pubblico e stampa.  In seguito debutta al prestigioso Festival “Choregies d’Orange” come Don Bartolo, Gianni Schicchi al Pucciniano Festival di Torre del Lago, Don Alfonso in Così fan tutte di W.A. Mozart a Lausanne e ha debuttato il ruolo di Sharpless di Madama Butterfly (74° ruolo) al Festival Pucciniano.

Ha affiancato all’attività di interprete anche quella di docente: le sue masterclasses hanno sempre grande seguito di allievi e apprezzamento da parte degli addetti ai lavori che riconoscono in Bruno de Simone una guida tecnica e interpretativa d’eccellenza per le nuove generazioni. Fra gli ultimi impegni in questo campo è opportuno citare l’impegno presso l’Accademia di perfezionamento del teatro dell’Opera di Firenze.

Ha effettuato numerose incisioni de Cd e Dvd per le più importanti etichette discografiche: EMI, DECCA, SONY BMG, NAXOS, TDK, ARTHAUS MUSIK, DYNAMIC.