PATRICK KABONGO

Nato in Kongo, fin da piccolo inizia lo studio del canto, dopo il grande successo ottenuto come solista nel Requiemdi Mozart a Kinshasa, gli è stata offerta una borsa di studio per studiare canto al Royal Conservatory di Bruxelles. A Bruxelles entra a far parte della Operatudio della Flasmish Opera ed in seguito vince il “Concours international de mélodie française” a Toulouse.

Nel 2009 debutta come Nerone (L’incoronazione di Poppea) conl’ensemble Scherzi Musicali. Dal 2010 al 2012 entra a far parte dello young artists program dell’ Opéra de Rouen Haute-Normandie, dove ha modo di debuttare i ruoli di Monostatos (Die Zauberflöte), Jano (Jenufa), the prologue (The term of the Screw), Guglielmo (Viva la Mamma), Le comte Errico (La Vera Costanza), Gastone (La Traviata). Nel 2013 entra a far parte dell’Académie de l’Opéra Comique di Parigi, dove prende parte a numerose produzioni, fra le quali Ciboulette  di Hahn, Cendrillondi Viardot e Marouf di  Rabaud.

Nel 2012 debutta con grande successo il ruolo del titolo ne Le Comte Orycon l’Ensemble Matheus e Jean-Christophe Spinosi. L’anno seguente debutta il ruolo di Norfolk nella Elisabetta, Regina d’Inghilterra con lìEnsemble Matheus.

Dal 2015 al 2017 entra a far parte della Accademia del Maggio Musicale di Firenze dove ha modo di approfondire i ruoli di Almaviva (Il Barbiere di Siviglia), Tonio (La fille du régiment), Don Ramiro (La Cenerentola). Debutta sul palcoscenico del the Teatro Maggio Musicale nel 2016 come Lindoro ne L’italiana in Algeri. In seguito ha preso parte alla nuova produzionedeLa scuola de gelosi (il Conte) di Salieri a Firenze e ha preso parte alla tournée de Il barbiere di Siviglia (Almaviva) in Oman.

Nellastagione 2017/18è apparso sul palcoscenico della Metz Opera (Ernesto inDon Pasquale), dell’Opéra Comique (Le mystère de l’Ecureuil bleu, prima mondiale di Marc-Olivier Dupin e Ivan Grinberg), del Teatro Olimpico in Vicenza (Bertrando ne L’inganno felice) e al Festival “Rossini in Wildbad” (Ermanno ne L’equivoco stravagante, Eliézer in Moïse et Pharaon).

Fra i successi della stagione 2018/19si segnalano L’Italiana in Algeri(Lindoro) al Grand Théâtre du Tours, Tancredi(Argirio), Costanza e Romildae I Tre Gobbipresso il Rossini Wildbad Festival,il debutto del ruolo di Nemorino (L’elisir d’amore) al Teatro Massimo di Palermo, il debutto all’Opéra du Rhin (Saëb in Barkoufdi Offenbach), nonché il debutto presso il Théâtre des Champs-Elysées (Velasquez Junior in Maître Péronilla di Offenbach).