VITTORIO GRIGOLO

Uno dei più grandi tenori italiani di oggi, apprezzato dallacritica di tutto il mondo per le eccezionali doti vocali e il talento scenico. Il suo debutto, nel 2010, sul palcoscenico della Royal Opera House Covent Garden di Londra, come De Grieux inManon Lescaut, è stato definito: “il debutto più sensazionale al Covent Garden degli ultimi tempi. Ha tutto ciò che i ruolo chiede, una voce potente, un aspetto magnifico e un istintivo senso del teatro”. (The Guardian).

Nato ad Arezzo, e cresciuto a Roma, ha scoperto la passione per la musica a soli quattro anni, successivamente è entrato nel coro della Cappella Sistina di Roma. A soli tredici anni ha debuttato sulla scena interpretando il Pastorello in Tosca, in seguito è stato il più giovane tenore a debuttare a soli ventitré anni sul palcoscenico del Teatro alla Scala.

Il suo repertorio include più di 24 opere di autori quali Mozart, Donizetti, Verdi, Puccini, Gounod, Massenet, Offenbach, Bernstein e i lavori sacri di Rossini. Ha avuto modo di calcare il palcoscenico dei maggiori teatri del mondo, fra i quali La Scala di Milano, The Royal Opera House di Londra, The Metropolitan Opera, New York, Washington National Opera, Deutsche Oper di Berlino, Opernhaus Zurich, Palau de Les Arts Valencia, e Chorégies D’Orange solo per nominarne alcuni, collaborando con direttori d’orchestra quali Riccardo Chailly, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Myung-Whun Chung, Gustavo Dudamel e Antonio Pappano.

Fra i suoi successi più recenti il debutto sul palcoscenico dell’Opéra National de Paris in Lucia di Lammermoor, il ritorno al Teatro alla Scala, La Bohemealla Wiener Staatsoper e al Metropolitan Opera di New York e l’uscita del nuovo album, “Ave Maria” con Sony Classical.

Nel 2008 ha cantato davanti un pubblico di 40,000 persone a Chicago in un concerto tributo a Luciano Pavarotti. Nel 2010 ha collaborato con Zubin Mehta e la Israel Philharmonic Orchestra interpretando il Conte di Mantova in un Gala dedicato a Rigolettoa Tel Aviv.

Uno dei tenori più affermati a livello discografico mondiale: il suo album d’esordio ha raggiunto il disco d’oro e il disco platino, ha ricevuto una nomination ai Grammy Awards con l’incisione di West Side Story di Bernstein, ed il suo album “The Italian Tenor” (Sony Classical) ha raggiunto la posizione numero uno nella classica degli album di musica classica più venduti negli Stati Uniti. Nel 2011, sempre per Sony Classical, ha realizzo l’album “Arrivederci” la sua personale selezione delle canzoni e della arie italiani più amate. Grazie alle sue doti attoriali e alla magnetica presenza scenica, ha preso parte a due grandi eventi televisivi: ha interpretato Alfredo ne La Traviatatrasmessa in diretta dalla stazione dei treni di Zurigo. Nel 2010 ha preso parte all’evento televisivo Rigoletto, trasmesso in mondovisione da Mantova, interpretando il ruolo del Duca di Mantova al fianco di Placido Domingo nei panni di Rigoletto.

Fra i tanti riconoscimenti ricevuti, si segnalano l’“European Border Breakers award” per il suo album da solista “In the Hands of love” (Polydor) e nel 2010 il Diapason francesce come “Disco dell’anno” per l’ album “The Italian Tenor”. L’Opera Award come “Miglior tenore” assegnato dalla rivista Opera Magazine nel 2011 per la sua interpretazone di Des Grieux in ManonLescautalla London’s Royal Opera House (2010)  e il prestigioco ECHO Klassik Newcomer of the year award nel 2011.